news

  • warning: Creating default object from empty value in /var/www/design.rootiers.it/2010/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.
  • user warning: Expression #1 of ORDER BY clause is not in SELECT list, references column 'tecniche2010.nc.last_comment_timestamp' which is not in SELECT list; this is incompatible with DISTINCT query: SELECT DISTINCT nc.nid FROM 10_node_comment_statistics nc INNER JOIN 10_node_access na ON na.nid = nc.nid WHERE (na.grant_view >= 1 AND ((na.gid = 0 AND na.realm = 'all') OR (na.gid = 1 AND na.realm = 'nodeaccess_rid') OR (na.gid = 0 AND na.realm = 'nodeaccess_uid') OR (na.gid = 0 AND na.realm = 'nodeaccess_author'))) AND ( nc.comment_count > 0 )ORDER BY nc.last_comment_timestamp DESC LIMIT 0, 10 in /var/www/design.rootiers.it/2010/modules/comment/comment.module on line 313.
aggiornamenti ed eventi

Telaio strutturale

10 - Sabato 21 Novembre - Seminario parametri della progettazione strutturale 3

La lezione tenuta dalla professoressa Salerno con la partecipazione dell’Arch.Valerio Varano ha avuto come argomento l'individuazione delle prime formule esplicite per la parametrizzazione degli elementi strutturali. E' seguita poi un'esercitazione applicativa in Revit.

 

 

1_la trave

Telaio

Salve ho creato il mio primo telaio ho impostato la mia griglia di lab3m e ho cominciato a montare il solaio, ho constatato con amarezza che non ci sono gli alveolari, provvederò a ridisegnarmeli.

Ho creato due livelli uno per posizionare e vedere le travi ed uno per il pavimento.

Prove di calcolo del carico agente sulla trave 2 - le aree di influenza

Il secondo tentativo che ho fatto è stato quello di individuare delle aree che corrispondessero a quelle parti del solaio che agiscono sulle diverse travi portanti del telaio.

L'intenzione era quella di sfruttare la suddivisione del solaio all'interno di una schedule per avere un'idea della distribuzione dei carichi.

Per farlo ho inizialmente inserito dei piani di riferimento nel progetto, imponendo la loro equidistanza alle griglie strutturali, nella direzione in cui saranno le travi portanti.

 

Prove di telaio..senza carico q

ciao a tutti,
intanto mi scuso con Stefano per le numerose assenze alle lezioni, purtroppo ho avuto un periodo fitto di impegni e una lunga influenza.
ho provato a fare la consegna per domani, ma con scarsi risultati, probabilmente dovuti alle assenze..
comunque sono riuscito a tessere una struttura completamente inventata e a disegnare un solaio che si può vedere anche dall'immagine 3d;
il problema è che non sono in grado di stabilire quale sia il carico "q" applicato a ogni trave!!!

Prove di calcolo del carico agente sulla trave

Ciao a tutti! in questo post volevo condividere con voi i tentativi che sto facendo per cercare di ottenere da revit i valori dei carichi dei solai agenti sulle travi. Ho tentato varie strade ma per adesso non ho risolto nulla! magari vi viene in mente qualcosa...

 

Ho iniziato creandomi la mia famiglia di travi, a sezione rettangolare, con parametri collegati tra loro. Ho inserito un nuovo parametro, "carico su trave", che è un parametro strutturale condiviso, del tipo "line force".

 

Per il seminario strutturale

cari ragazzi/e (consentitemi un linguaggio genderly correct),

per sabato prossimo mi servirebbe che voi ripetiate concetti di meccanica dei materiali che certamente avrete incontrato a Tecnica delle Costruzioni. E' importante che richiamiate alla mente:

- la definizione di tensione (σ) e di deformazione (є) nella prova monoassiale di un acciaio duttile

- il diagramma tensione/deformazione della suddetta prova monoassiale

- il diagramma tensione/deformazione di una prova monoassiale di un materiale fragile

- la definizione di duttilità e fragilità di un materiale

- la definizione di elasticità, omogeneità, isotropia ma anche di anelasticità, disomogeneità ed anisotropia di un materiale

 

Io non ho avuto il tempo di scrivere delle cose esplicitamente per voi, ma vi ho allegato un file (scritto per gli studenti della laurea in Restauro) in cui questi concetti ci sono. Ovviamente, è un file troppo lungo per voi, riguarda ben due settimane di lezione, ma se siete smart riuscirete a selezionare rapidamente  le cose che vi interessano e schivare via quelle che non vi servono per sabato.

Au Revoir

 

Materiale per l'esercitazione sulle strutture

Allego due pdf con il materiale distribuito a lezione dalla professoressa Salerno.

 

buon lavoro

09 - Martedì 17 Novembre - Seminario parametri della progettazione strutturale 2

La lezione dal titolo
Parametri della progettazione strutturale
è stata tenuta da Ginevra Salerno
alla presenza di Valerio Varano,
dal Dipartimento di Strutture.

A corredo della lezione è prevista una consegna
che è importante e preliminare soprattutto in vista
della lezione di Sabato prossimo, i cui dettagli sono
descritti di seguito.

 


 

La lezione ha introdotto diversi temi,
richiamando quanto fatto durante il corso di studi:

* caratteristica "gerarchica" delle strutture
* carichi verticali
* aree di influenza
* azioni esterne
* carichi permanenti e accidentali
* calcolo del carico applicato a una trave

Il seminario proseguirà sabato prossimo, con la introduzione dei temi mancanti alla esercitazione che introduce i parametri necessari alla progettazione strutturale
all'interno del software di progettazione architettonica.

In attesa della prossima lezione, dunque è prevista la consegna dello sviluppo e la pubblicazione sul sito di una vostra famiglia di elementi (trave - RFA) nella quale siano presenti i parametri 
indicati come necessari a lezione (carico q, lunghezza, materiale). La famiglia va poi messa in un telaio (RVT) all'interno del quale, ovviamente, i valori cambieranno,
in ossequio alla gerarchia tra elementi introdotta a lezione.

E' ovvio che in vista di sabato i valori dei parametri (del carico, in particolare che è l'unico al momento introdotto) vanno introdotti a mano all'interno delle singole travi del telaio. E' possibile tuttavia, ricavare molti dei valori che
servono (ad esempio le aree di influenza) con uso intelligente
di griglie, piani di riferimento, solai e abachi/computi dei materiali
all'interno del progetto RVT. Quindi parte dei valori si possono calcolare e poi essere inseriti nelle famiglie delle travi.

La consegna insomma prevede: un telaio in revit, nel quale so il carico applicato ad ogni trave, cliccando su di essa e legendone i parametri (q che mettete voi, l, che c'è già, e quello sul "materiale" di cui parleremo sabato).

 

E' ovvio che qualsiasi tentativo di automatizzare parte di questi calcoli (ad esempio legando la luce al calcolo dei solai
e al parametro q delle travi in maniera automatica) è ben accetto, ma per ora esula da quanto finora introdotto. La sperimentazione e pubblicazione come ben sapete, è comunque ben accetta.

Buon lavoro a tutti!

 

Revit e il calcolo strutturale (Importanza Griglie)

 Ho scoperto da poco che un noto programma di calcolo strutturale il CDSWin supporta appieno la struttura portante progettata in Revit sia Architecture che Structure.

 

Fortunatamente il programma è scaricabile dal sito della casa prodruttrice  http://www.stsweb.it/STSWeb/ITA/homepage.htm

Condividi contenuti