Sperimentazione macchina CNC - G-Code

Abbiamo tenuto oggi la prima sessione di lavoro con la macchina a controllo numerico del dipartimento DIPSA, collocata nel Laboratorio Plastici di facoltà, presso la sede del Mattatoio. 


Con la collaborazione di Massimiliano Pontani, Gian Marco Todesco e Marco Mondello abbiamo prodotto un primo, semplice codice per controllare il movimento della punta, lavorando nel blocco note direttamente sul codice di descrizione G-Code. (vedi in proposito: www.linuxcnc.org).

Per vedere l'immagine del percorso e il codice click su "leggi tutto".

Laboratorio 4M: Modello Revit, curve di livello, gestione X-REF

Ciao stefano,

ecco di seguito alcune immagini sul progetto del 4m.

Conclusione esame

Ciao Stefano,

ti allego qui di seguito tutta la procedura per la realizzazione della mia idea. Ho pensato di analizzare le varie vetrate che compongono il mio progetto per poi, attraverso l'uso degli abachi arrivare a calcolarmi il computo metrico estimativo.

Innanzitutto per poter disegnare le vetrate interne al mio progetto ho creato una nuova famiglia in modo tale da poter immettere tutti i dati necessari.

Conclusione Esame

Lo scopo del mio lavoro è stato di realizzare il computo metrico-estimativo tramite l'utilizzo del database management system che revit mette a disposizione. Infatti, a differenza di un normale software CAD, Revit permette all'utente di poter realizzare dei blocchi chiamati famiglia, dove, oltre la forma e le informazioni dimensionali dell'oggetto progettato, si possono definire molte altre informazioni, quali costo, peso, resistenze etc.

Conclusione per l'esame

Lo scopo del mio lavoro è quello di utilizzare gli abachi dei pannelli di facciata per calcolare la percentuale di superficie vetrata sulla superficie totale delle facciate, che per l'esame del 3M era stata fissata ad un massimo del 35%. Questo servirebbe a modificare in libertà il progetto a seconda delle esigenze tenendo sempre sotto controllo il limite imposto.

ComponenteDevoto_Prototyping process (part 1: geometry as a data)

 In the end we arrived to the protyping phase. 

Nevertheless, i must say that in Roma me, stefano and prof. Bianchi together we have not found instruments in order to make acoustic analisys on to-scale models. Therefore the only possible strategy today seems to be prototyping a real scale ComponenteDevoto's diffusive system, in a configuration we find interesting, and look for results by analysing it. 

Soluzione per l'abaco dei pannelli

Per risolvere il problema di come far apparire nello stesso abaco sia i pannelli di facciata continua che i muri ho deciso di disegnare i muri come una facciata continua generica che come pannello abbia il muro stesso. Questo mi ha permesso di risolvere anche il problema di distinguere i muri interni da quelli esterni (che sono gli unici che servono nel calcolo finale), e allo stesso tempo posso definire il pacchetto interno del muro al completo. Vediamo il procedimento: ho selezionato il comando Muro > Facciata continua : Generic

 

Prima fase esame

Ciao Stefano,

per l'esame ho intenzione di calcolare il costo della doppia pelle, sia quella esterna che quella interna. Prima di arrivare agli abachi ho risistemato il progetto e ridisegnato le vetrate interne.

Per arrivare a questa prima fase di analisi ho creato un nuovo tipo di famiglia.

 

Idea Esame e problemi

Ciao Stefano, volevo calcolare il costo al mq delle due diverse facciate che costituiscono l'edificio progettato per il lab3m, nella realizzazione dell'abaco ho trovato un problema, quando inserisco le formule revit mi risponde che c'è un'incongruenza con le unità di misure, il chè è vero perchè tento di moltiplicare un costo con una dimensione, ma come si può fare? comunque procediamo per gradi... a gennaio avevo realizzato il modello dell'edificio con due facciate continue, una vetrata

Intenzioni per l'esame

Per l'esame avevo intenzione di utilizzare gli abachi per calcolare la percentuale vetrata su quella opaca delle superfici esterne, che per l'esame del 3M era stata fissata al 35%. Questo servirebbe a modificare in libertà il progetto a seconda delle esigenze tenendo sempre sotto controllo il limite imposto.

Il progetto era già piuttosto definito già alla fine del corso a febbraio, apparte le finiture interne che però per il calcolo non sono necessarie.

Condividi contenuti